#RedisTVXQ

6d5d2a61f8f8b258cc08071490d6763e0c45fb87_hq

928386_209025846103557_819681676_n

L’INCONTRO

Yunho e Jaejoong si sono incontrati in pubblico.

Pace? No. E’ la notizia del mese, dell’anno!!!!! Per le Cassie
I due non si parlavano dalla separazione dei JYJ dai TVXQ. Non in pubblico almeno. E avevano anche rilasciato commenti che facevano intuire dei rancori fra loro.

Invece oggi si sono visti, si sono parlati, si sono salutati.

C’era anche il padre di Yunho, la sorella di Jajoong con la famigia…

Yunho ha parlato con la sorella di Jae e ha conosciuto sua nipote, mentre Jaejoong sembra che abbia abbracciato Yunho di fronte a suo padre.

Perché tutto ciò è significativo?
Perché sono YunJae.

YunJae sono tutt’ora una delle OTP più rilevanti del kpop, la SM ne ha sfruttato e fomentato l’immagine per anni durante l’epoca dei DB5K (tanto per parlare di ambiguità sessuale nel kpop).

Ma al di là del credere o meno nella loro coppia, è certo che nessun membro dei cinque TVXQ si è incontrato più pubblicamente dalla rottura con la SM. Vedere il leader e ‘la mamma’ del gruppo di nuovo assieme è quasi commovente. Leggere di come siano stati amichevoli fra loro è bellissimo.

Certo non vuol dire che i TVXQ torneranno a essere cinque. Non riesco a immaginarmi Junsu sotto SM. E Yoochun forse non tornerà nemmeno a cantare, ma quanto meno fa vedere che la ferita data dalla separazione e dalla battaglia legale si sta rimarginando.
Forse se il gruppo dei cinque ormai è perso, almeno la loro amicizia può essere recuperata.

Ma di certo questo incontro, anche se breve, riaccende tutta la passione della fandom della coppia.

Questa giacca è già leggenda, ancora più del presunto biglietto scambiato dai due. Perché se Jaejoong se n’è andato senza giacca, Yunho alla fine ne aveva due.

Un grazie a tutte le fans presenti sul posto che hanno condiviso foto, video e aneddoti.

Ultimo concerto di Jaejoong

Domenica malinconica per le fans con l’ultimo concerto di Jaejoong prima dell’arruolamento.

Il suo concerto, intitolato “The beginning of the end”, è online via alcuni streaming audio, che permettono ai fans in tutto il mondo di seguirlo.

Ci sono urla, cori, incoraggiamenti e in generale quel senso di gratitudine e affetto.
Per chi ha trovato in JJ un esempio, oltre che un bel ragazzo, quest’ultimo concerto è molto importante.
Risate. Perché è un ragazzo divertente, e per quanto abbia l’interrogativo di chi troverà fra due anni, finito il militare, chi sarà lui stesso, cosa vorrà e cosa potrà fare, non vuole che sia un addio triste.

C’è Yoochun fra il pubblico (ieri Junsu), Gunhee, la sua famiglia, nipotina compresa, e tanti fan da tutta l’Asia, probabilmente anche dal resto del mondo.

Ciao Jaejoong, alla vigilia dl tuo arruolamento anch’io mi chiedo se ti ricorderò fra due anni.
Ma fan o meno delle tue attività individuali, sei stato tu con una coroncina fra i capelli, così simile a una foto di Yoshiki di venti anni fa a farmi ricercare altro dei TVXQ.
Il manga boy, come alcuni lo definiscono, dai tratti somatici fumettistici, troppo perfetti.

Tu con la passione per il rock e il jrock, le amicizie e il legame con il Giappone, elementi comuni.

Sono stati i Tohoshinki ad accompagnarmi in parte nello studio del giapponese, mi hanno ovviamente superato, ma anche oggi, sentendo JJ parlare in coreano e giapponese, riuscendo a comprendere più il secondo che il primo, sorrido, pensando che un tempo il suo giapponese lo capivo tutto.
Sono lontana dall’essere fluente in giapponese, e ancora di più dal coreano. Obbiettivi.

Arrivederci, Jaejoong.