Sopresa inaspettata e gradita

Ieri ho avuto una simpatica sorpresa ascoltando distrattamente Radio2.
A un certo punto il presentatore dice kpop. E parte una canzone. Chi sarà mai? Voce femminile. La conosco, sì, non è un gruppo, è una solista, è… possibile?
Poi il ritornello ‘Kiss my lips’. Sì! Lei. L’unica.

BoA.

Dicevo che non ho apprezzato molto il suo comeback, riferendomi principalmente a ‘Who are you’. Mi aspettavo qualcosa di diverso, che la mettesse in luce come la regina del kpop, come fu con ‘The shadow’, ma anche con ‘Only one’.

Invece la canzone ha uno dei video più brutti e di peggior qualità fra quelli SM, nonostante la presenza di Sehun, il che mi ha stupito. Ho sempre avuto l’impressione che nonostante tutto la SM spendesse per gli idols che hanno fatto la storia dell’agenzia.
BoA non è una cantante sotto SM, lei è la SM.

‘Kiss my lips’ non l’avevo ancora sentita. Avevo visto i costumi e immaginato fosse più ballad senza grande vivacità e mi interessava relativamente. Ho sbagliato.

La canzone è godibile e torna a dare regalità alla mia unnie preferita (vestiti a parte).
Continuo ad amare tantissimo suoi vecchi successi come ‘Hurricane Venus’ e ‘Girls on top’, ma non è male.

Il fatto principale è però che per radio l’hanno passata, parlandone piuttosto bene e per una volta mettendo in evidenza che coreano o inglese se non sei fluente nella lingua che ti importa. Ti piace la melodia? Si ascolta bene? Tanto basta per apprezzare la musica.

Grazie.

Da persona che segue BoA da circa 7 anni sono stata super contenta di sentirla così per radio in Italia e ricoperta di complimenti.
Probabilmente non è nemmeno più vero che lei sia la cantante kpop più importante. IU, Lee Hyori, Ailee e altre sono molto famose, e forti sul mercato, ma BoA è un’icona. Idol di prima generazione, che ha debuttato a 13 anni nel 2000. BoA… è BoA.

Comunque il podcast della puntata di MU in cui ciò è avvenuto è qui

Annunci

Appesa a un filo

Magari è un po’ esagerata detta così, ma, sebbene non in modo così drammatico, continuo a non capire quale sia la situazione di Tao (EXO). E’ dentro o è fuori?
I patemi (profondi) di una fangirl.

Ho rotto il silenzio per dire solo ciò? No. Ma come sempre avvengono troppe cose assieme ad altri impegni di vita leggermente più importanti e che mi portano a non scrivere regolarmente qui.
In compenso Giugno dovrebbe essere un mese relativamente tranquillo (nella mia vita), e pieno di avvenimenti per i gruppi che seguo.

Una nota breve: il comeback di BoA purtroppo mi ha un po’ deluso. Sto amando il comeback degli SHINee, nettamente indietro rispetto agli EXO per quel che riguarda i numeri di vendita e visualizzazioni (peccato), aspetto con trepidazione il 1 Giugno e il nuovo singolo dei Big Bang.

Ora la vita mi chiama, tornerò presto a scrivere altri deliri di una fangirl stressata (o magari quelli di una persona quasi seria).

Ricapitolando

Dal terremoto in Nepal anche molte celebrità che seguo del kpop si sono mosse per contribuire economicamente.
Gli idol SM hanno messo all’asta delle bambole fatte da loro per raccogliere fondi con l’UNICEF, ad esempio.

Rimanendo su argomenti seri, per quanto diversi dal dramma nepalese, è stata avanzata la proposta di una ‘legge JYJ’, ossia una legge che regolamenti i divieti di apparizioni televisive degli artisti e vigili contro l’ostruzionismo mediatico quale quello subito dal trio JYJ.
Infatti nonostante nel 2013 la corte aveva vietato alla SM di interferire con le attività del trio ex-TVXQ, i tre hanno continuato a vedersi cancellati show, rifiutate presenze e mancati inviti di presenziare anche in trasmissioni in cui avrebbero potuto vincere premi.

Se ci sia o meno la SM dietro le difficoltà incontrate dai JYJ non è possibile dirlo con certezza. Certo è una delle agenzie più influenti che conta idols dai Super Junior agli EXO passando per Girls’ Generation e Red Velvet, oltre ad attori e presentatori, se li togliesse dai programmi tv sarebbe certamente un danno per le reti televisive interessate.

Parlando di SM ancora non è stata chiarita ufficialmente la situazione di Tao, che però nel frattempo ha lasciato Pechino, dove si trovava ultimamente, ed è andato a Los Angeles assieme a sua madre. Secondo i fan account sarebbe negli USA per curarsi (od operarsi) e studiare. Però dalla lettera del padre che dichiarava la sua intenzione di ritirarlo dal gruppo non si hanno avuto altre dichiarazioni ufficiali o pubbliche.

Gli EXO non sembrano danneggiati comunque dall’incertezza della situazione e sono di nuovo vicini alla vendita del milione di copie fisiche del loro CD (fino ad ora oltre 700 000), oltre ad essere rimasti in alto alle classifiche nonostante il successo dei Big Bang.

Parlando di Big Bang e del loro comeback… dove non vincono gli EXO si fanno concorrenza da soli avendo fatto uscire due canzoni. Inoltre la YG è confermata come l’agenzia economicamente più forte in Corea del Sud, e si sta preparando al debutto di CL (2NE1) negli States.