Yoshiki e Hello Kitty

[ L’argomento omosessualità e idols è davvero molto delicato e continuo a cercare il modo migliore e più obbiettivo per scriverne.
Ergo il ritardo del secondo post a riguardo ]

Intanto il mondo kpop non si ferma e per certi versi nemmeno quel poco che ancora seguo di jrock.

Yoshiki.
Uomo, batterista, pianista, compositore che ho amato moltissimo, e in generale musicista che ho ammirato come nessuno prima, e che per questo continuo a seguire… perché.

Dopo Without You, dopo Jade, dopo tutta una (breve) serie di canzoni nuove su cui non mi pronuncio (posso solo dire che nel bene o nel male Born To Be Free è fra quelle che se inizio ad ascoltare mi perseguita per giorni), dopo il tema musicale per i Golden Globe dell’anno scorso… il tema musicale di Hello Kitty.

Lo so che ama Hello Kitty. Va bene.

Dopo tutti questi anni ormai ci si è abituati a Yoshikitty, anzi, avere avuto una collaborazione con la Sanrio per creare una versione di Hello Kitty personalizzata per certi versi è stato un onore, anche agli occhi di una fan come me.
Ma gli X JAPAN, sono stati il gruppo heavy metal giapponese ad avere avuto il successo maggiore in patria fra gli anni ’80 e ’90, e il fondatore, il volto, non è come spesso accade, il cantante (ToshI), bensì Yoshiki.

E be’… non riesco a conciliare l’immagine metallara di Yoshiki, quella che aveva quando l’ho conosciuto (musicalmente), con questa che augura ohayoshiki, parla di panda, vampiri e Yoshikitty, si fa selca (selfie) con le orecchie da gatto in testa e altri fanservice molto pop e giovanili, e che suona il tema musicale per Hello Kitty.
Cose che per carità fanno la fortuna di idol kpop, ma che appunto sono idol kpop e non icone del rock.

... Sto scrivendo in modo più duro di quello che pensavo all’inizio.

In realtà ciò che Yoshiki ha fatto come musicista in passato resta, e almeno parte del successo del gruppo è anche legato alla sua abilità nel fanservice anche allora.

Ciò che sta facendo negli ultimi anni forse si sta concentrando più sul fanservice che sulla musica, ed è un peccato, perché poi continua a rilasciare qualche perla qui e lì.

Forse lo stesso tema di Hello Kitty, che ancora non ho ascoltato.

Insomma, dopo mesi e mesi volevo sfogare questi pensieri.

Perché davvero ammiro quest’uomo, per ciò che ha vissuto e come lo ha trasformato in materiale su cui vivere e non morire, per ciò che la sua musica mi ha dato, le emozioni, le amicizie, lo stimolo a studiare e a conoscere la lingua giapponese, la cultura del Paese e la sua storia.

E alle volte ho come l”impressione che tutto questo diventare molto pop e kawaii, lo possa sminuire agli occhi di chi non lo conosce. Sì si circonda di nuove fans epoca Twilight, di fangirl, mi ci metto in mezzo, ma è ben più di un musicista giapponese x che parla in modo timido e indossa orecchie da gatto.
E quel più io ho ammirato e amato.
Quel più ha arricchito me, e migliaia di fans sparsi ovunque nel mondo. Quel più, come fan, spero che possa colpire ancora nuovi fans.

Anche perché di strada il suo sogno, gli X JAPAN, ne hanno fatta, e con un po’ di fortuna, stanno proseguendo.
Per ora un’altra tappa importante l’hanno segnata.

X JAPAN
11 Ottobre 2014
concerto al Madison Square Garden di New York

Non un sold out, è vero. Ma un concerto dignitoso lo stesso. Un concerto in sospeso da anni. Un concerto a cui in effetti avrei voluto andare.
Aspetto la prossima occasione. Sono anni che non partecipo all’ X Jump.

We are X!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: