Amare un gruppo VS amare “il genere”

Oggi riflettevo sul fatto che non solo i fan, ma anche i management di gruppi coreani o giapponesi tendono a considerare non il singolo gruppo ma “il genere”: kpop, jrock, jpop, visual…

Domanda: se piace Nek si va a vedere Gigi d’Alessio perché è musica pop italiana?
Io credo di no. Possono piacere anche artisti molto diversi fra loro, ma se mi piace 1 artista pop italiano non è detto che IN AUTOMATICO amo tutta la musica italiana.
Posso apprezzare alcune cose di Lady Gaga senza dover necessariamente amare Miley Cyrus

Perché allora ci si aspetta che se ascolto, per esempio, i TVXQ, allora DEVO amare TUTTO il kpop?

O perché se ascolto i Gazette allora DEVO amare TUTTO il jrock?

Vero, ci sono gruppi che fanno pezzi molto simili, suonano o cantano generi affini perciò è assolutamente possibile che piacciano gruppi del genere. E dopotutto da esterna, soprattutto nel kpop spesso alle volte sembra difficile comprendere le differenze fra i gruppi.

Ma io non credo si possa rimanere stizziti se, ad esempio, un fan dei Dir en Grey

non ha alcun interesse ad andare a vedere gli An Cafè.

Come anche nel kpop, se uno è fan dei JYJ

perché dovrebbe andare a vedere i Big Bang?

Esistono persone a cui piacciono tutti e due, ma non credo sia una colpa non amare TUTTO il pop asiatico, come non lo dovrebbe essere stato per il jrock.

“Perché così vedono che c’è un interesse”. Ma gli diamo dei dati falsi. A me non interessa vedere CHIUNQUE, a me interessa un determinato gruppo.

L’operazione antipatica che si fa è ghettizzare i prodotti musicali asiatici.
Non è rock, non è pop.
E’ jrock, è jpop, è kpop, è mando-pop.
Certo sotto vari aspetti sono diversi dal pop americano, ma è pop. O, nel caso del rock, è rock.
Di sicuro è più facile capire di cosa parliamo, ma dal dare un nome per far capire di che genere si tratta, al considerare quei gruppi non per il valore dei singoli ma solo come nomi di un gruppo più ampio, credo sia ingiusto nei confronti sia degli idols che degli artisti.

Sto ancora riflettendo e tutto il post probabilmente nasce dal fatto che per me spendere almeno 100 euro per andare a vedere un gruppo per cui non ho alcun interesse, in nessun modo è accettabile.
Se voglio vedere i JYJ in Italia voglio vedere i JYJ non altri.
Sono stata a concerti di gruppi che ignoravo, ma intanto non si trattava di idols (i D’espairs Ray sono stati uno di questi gruppi), e soprattutto il costo era diverso.

Detto ciò continuerò a suddividere in kpop, jpop, jrock etc, ma anche ad ascoltare chi piace a me e a non fare di tutta l’erba un fascio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: