Le minacce della Corea del Nord

Sono settimane che si sentono notizie sulle minacce del Nord Corea, e ovviamente all’estero può esserci preoccupazione fra le varie fandom.

Corea del Nord, “stato di guerra” col Sud.

Gli USA sembrano rafforzare le proprie basi militari in Corea del Sud, e adesso la minaccia da Pyongyang è quella di bombardare Seul, e le basi militari americane in Giappone.

Forse la vera novità è quella dell’annullamento dell’armistizio dato che minacce ed episodi “bellicosi” sono già avvenuti in passato.

Non ricordavo, ad esempio che nel 2010 era avvenuto un bombardamento in Sud Corea che sembrava far crescere di molto il rischio di un conflitto aperto.

Corea del Nord bombarda isola della Corea del Sud

E non è stato l’unico episodio.

La situazione delle due Coree non la conosco bene, sto leggendo qui e lì su internet, e ovviamente da persona che la guerra non la conosce di prima mano, ma solo tramite i racconti di nonni, anziani e amici che invece l’hanno vissuta, guardo preoccupata alla possiblità dello scoppio di un altro conflitto.

Ma preoccuparsi, nell’impossibilità di fare alcunché è inutile e dannoso, quindi vorrei condividere un video di due blogger piuttosto famosi fra i fan del kpop.
Il video è di Simon e Martina, due canadesi che da anni vivono e lavorano in Corea del Sud, e che recentemente hanno aperto a Seul un vero e proprio studio per la loro attività di vlogger.
La data di pubblicazione è 13 Marzo 2013, allego una traduzione dato che il video è in inglese.


[Presentano la domanda a cui andranno a rispondere ossia come sono vissute le minacce del Nord Corea in Sud Corea e cosa ne pensano loro.]
Martina Allora, ci è stata fatta questa domanda SPESSO. In realtà è sata una domanda frequente in tutti questi 5 anni che abbiamo vissuto in Corea.
Simon Ora date le notizie che ci sono ci è stata fatta nei commenti, su facebook, su twitter, e sono arrivate anche molte email
M Quindi prima di rispondere a questa domanda vi daremo alcuni cenni storici. Alcuni forse già lo sapranno, ma guardiamo a cinque anni fa, quando ci stavamo trasferendo in Corea.
Il giorno prima di partire per la Corea del Sud tutto era sistemato, avevamo fatto le valige eravamo pronti, avevamo i biglietti… Poi il Nord Corea rilasciò un messaggio dicendo che avrebbe
S “Ricorperto il Sud Corea in un mare di fuoco”
M Si questo è stato il giorno prima di partire
S Così noi eravamo sull’aereo, chidendoci in che situazione ci stavamo mettendo, io amo insegnare ma non così tanto da rischiare di nuotare in un mare di fuoco
M Si tutti i nostri parenti dicevano “Non andate, è follia, ci sarà una guerra, sarà terribile, ma cosa fate”
S E’ stata una delle ragioni per cui abbiamo inizato il blog, perchè volevamo mostrare alla nostra famiglia come stavano le cose. Perché quando siamo arrivati in Corea del Sud abbiamo visto che non c’era alcun “mare di fuoco”
M Né alcun panico dovuto alle minacce dell’imminente “mare di fuoco”.
Tutto era semplicemente normale
Anche andando a lavoro pensavamo di fare esercitazioni del tipo come sfuggire ai bombardamenti o ad un mare/oceano di fuoco… e no
S Non gliene importava niente a nessuno.
Poi un paio di mesi dopo la Corea del Nord rilasciò un altra dichiarazione dicendo che avrebbe ricorperto la Corea del Sud non in un “mare di fuoco”, ma in un “oceano di distruzione”. E noi abbiamo pensato “wow il Nord Corea ama davvere le proprie metafore…d’acqua
M Poi abbiamo scoperto che il Nord Corea molto tempo addietro, nel 1994 aveva minacciato il Sud con questo “mare di fuoco”
S Ora che è il 2013 è quasi il ventesimo anniversario delle metafore di distruzione d’acqua.
M E alcuni giorni fa l’hanno usata di nuovo. Proprio la stessa
S Proprio la stessa sul “mare di fuoco”. Perciò noi viviamo qui da cinque anni e abbiamo pensato “oh Dio non questa di nuovo. Ora ricominciano a parlare e parlare. Perciò per noi e altre persone in Sud Corea… Loro non sono così innervositi o preoccupati per questo. Le persone più innervosite e preoccupate in realtà sono quelle che vivono fuori dal Sud Corea grazie ai media che riportano le notizie”
M E i media riferiscono le notizie in un modo che fa sembrare la situazione molto più terribile
S e da panico e spaventosa, solo che…
M Già nel 2010 hanno mostrato nel notiziario degli spezzoni video di studenti delle medie dei licei in Sud Corea che facevano esercitazioni con maschere antigas e che correvano fuori e che si nascondevano sotto le sedie
S Ma ciò che non hanno veramente detto è che gli spezzoni mostrati quella volta risalivano a quattro anni prima, non al periodo del vero attacco. Perciò voi non lo sapete perchè è tutto un “Oh mio dio sta succedendo questo in Corea del sud” ma era un’esercitazione anti-incendio. E un’esercitazione anti-incendio viene fatta ovunque nel mondo
M Perciò voglio dire la mia scuola non era così all’epoca. Io ancora insegnavo all’epoca e anche tu… insegnavi ancora?
S Ancora insegnavo all’epoca
M Si. Non c’erano, davvero non c’erano esercitazioni. I notiziari davano l’idea che tutto il Sud Corea fosse nel panico.
In effetti la prma volta che mi sono sentita insicura a proposito della reazione della Corea del Sud è stato quando è morto Kim Jong Il. Ricordo che quando è morto ho pensato “cosa accadrà adesso?” saranno tutti nel panico?
S Accadrà realmente qualcosa?
M Già, o verranno chiuse le scuole, la gente andrà a lavoro? Abbiamo aperto la finestra ed era.. una giornata perfettamente normale. C’erano persone che facevano volare aquiloni nel parco.
S Abbiamo portato Spudgy a fare la sua passegiata e, non sto scherzando, c’erano persone al parco che facevano volare gli aquiloni.
M Era come la metafora di quanto a tutti ciò importasse.
S Non ho mai visto un solo sud coreano insicuro, o nel panico, o preoccupato o scosso da ciò che accade in Nord Corea. Tornando alla questione dei media, un’altra cosa che recentemente mi ha messo un po’ a disagio, ma non riguardo il nord corea ma più circa le notizie. Hanno mostrato una mappa e sulla mappa mostravano le diverse portate delle bombe in possesso della corea del nord. E facevano vedere come questa bomba ha gas mostarda e questo è ciò che avviene al tuo corpo se viene a contatto con gas mostarda, e questa ha invece antrace e questo è ciò che accade al tuo corpo se viene a contatto con l’antrace. E guardando a ciò inizi a sentirti molto agitato. Ma questo non sta accadendo in sud corea, ma pubblicando quella mappa ti fanno sentire molto a disagio. Però la questione con i media è che stanno riuscendo molto bene a far sentire a disagio le persone fuori dalla Corea.
E spaventate, insicure, preoccupate. Ma loro stanno solo cercando di vendere i giornali, e non tutto quello che riportano è ciò che realmente avviene qui.
M Ora non stiamo dicendo che non c’è alcuna minaccia. Ovviamente non abbiamo idea di cosa potrà accadere.
S Non siamo personaggi politici, non siamo nell’esercito, sappiamo così poco della faccenda che possiamo solo dirvi come viene vissuta qui in Corea del Sud.
M ma una cosa la voglio dire. Che non è giusto che le persone continuino a chiedersi cosa accadrà alle persone a Seul, quando in realtà le persone che saranno davvero colpite saranno coloro nell’esercito. I soldati americani che sono qui, e quelli coreani.
Perciò credo che sia brutto che le persone vadano dicendo “oh no come sta quell’idol kpop, o anche come sta la gente lì, e Martina voi state bene?” Anche se ci fosse solo un piccolo scontro ci sarà gente che morirà, gente al fronte in prima linea, e anche quando ciò è avvenuto abbastanza di recente con i 46 marinai che sono morti… quelle navi in Sud Corea che sono state colpite da siluri e la notizia era ovunque e tutti parlavano di queste esercitazioni, ma davvero l’attenzione si sarebbe dovuta concentrare sui soldati che hanno perso la vita.
S Quindi ciò di cui noi ci preoccupiamo e di cui molte delle persone che conosciamo si preoccupano, non è la situazione a Seul né il Nord Corea che invade la Corea de Sud, e questa che risponde e bombe che vengono lanciate… ciò che davvero preoccupa sono i conflitti più piccoli che avverrano sulle isole e nel mare.
Perciò in breve abbiamo tre punti da sottolineare: numero uno, i media fuori dalla Corea del Sud fanno sembrare la situazione peggio di quello che è come se tutti fossero nel panico quando non è vero. Numero due, il sud coreano medio sta contunando la propria vita quotidiana come se nulla fosse accaduto. E numero tre e che sarà più brutto, ci saranno piccoli scontri che risulteranno in perdite di vite inutili ma nessun gigante scenario del tipo terza guerra mondiale.
M Ma di nuovo, vogliamo sottolineare che non siamo personagi politici, non siamo nell’esercito,
S non possiamo predirre cosa accadrà, ma vedendo come il Corea del Nord ha sempre minacciato il Sud senza che accadesse niente di che, non siamo molto preoccupato al momento.
[saluti finali]

Il video risale a prima della cessazione dell’armistizio e delle minacce dirette a Seul, ma credo possa comunque aiutare a scoprire un poco come si vive questa situazione in Corea del Sud.

(Per la cronaca, circa gli idol, anche Yesung dei Super Junior ha annunciato la decisione di arruolarsi a breve, ma dopo le quattro settimane di preparazione obbligatoria sarà in servizio “non attivo”).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: