Oppa e gli altri misteriosi vocaboli coreani.

La canzone tormentone di PSY, Gangnam Style, ha fatto conoscere a milioni di persone la parola OPPA, e (forse) il suo significato. Ma chi si affaccia al kpop troverà molti più termini a noi sconosciuti.




In un contesto culturale in cui chiamare solo per nome, quando non rischia di sembrare irrispettoso mostra una certa vicinanza fra gli interlocutori, vengono utilizzati altri appellativi che permettono di evitare l’uso diretto del nome.

Oltre a ciò si trovano alcune differenze anche per quel che riguarda le parole usate dagli uomini e dalle donne.Oppa, ad esempio, appartiene al vocabolario femminile.

OPPA 오빠 ed ONNI 언니 sono rispettivamente fratello e sorella maggiori.

HYUNG 형 e NOONA 누나 idem, ma appartengono al vocabolario maschile.

Inoltre queste parole vengono utilizzate per indicare generalmente un ragazzo/uomo o una ragazza/donna più grande di noi per età, ma anche nelle relazioni amorose la ragazza può chiamare il proprio ragazzo oppa e il ragazzo la ragazza noona.

(Devo informarmi meglio ma credo inoltre che se si diviene cognati o nuore, indipendentemente dall’età si utilizzino questi appellativi).

DONGSAENG 동생 sono i fratelli o sorelle minori. Ed è una parola utilizzata sia da uomini che da donne.

Dongsaeng differisce da MAKNAE 막내 che invece indica specificatamente la persona più piccola all’interno di un gruppo.

I SOMBAE 선배 sono persone più grandi di età rispetto a noi verso cui è implicito un rispetto per via di un rapporto simile a quello di allievo che guarda ad un altro allievo con più esperienza, in giapponese si direbbero sempai. Un sombae può essere per noi un maestro, ma se ci troviamo di fronte ad una persona che è riconosciuta “ufficialmente” come maestro non lo chiameremo sombae, ma, ad esempio SONSAENGNIM 선생님 (in un’accezione simile al sensei giapponese).

HOOBAE 후배 al contrario sono persone più piccole cui, per età ed esperienza, possiamo fare da esempio o guida.

Sostanzialmente io sono l’hoobae del mio sombae.

Queste parole si possono utilizzare da sole o accompagnate dal nome della persona cui si riferiscono.

Una parola che invece annulla tutte le distanze è YEOBO 여보 : tesoro, o per estensione, amore. Parola che si può sentire usata nelle coppie.

YOJA 여자 e NAMJA 남자  letteralmente ragazza e ragazzo, che vengono usate anche come il nostro pronome lei e lui, possono accompagnare la parola CHINGU 친구 , amico/a divenendo yoja chingu e namja chingu, ossia uno dei modi per dire fidanzata/o.

Vi sono poi altri numerosi suffissi che indicano più o meno vicinanza o distaccato rispetto per le persone cui ci rivolgiamo o di cui stiamo parlando, fra cui i più diffusi sono appunto:

–nim 님 inontrato in Songasenim che indica grande rispetto

–ssi 씨 (leggi come sci), che pur essendo meno formale mantiene comunque il giusto rispetto nei confronti dell’altro.  Un professore può rivolgersi ai suoi allievi legando al loro nome lo –ssi. E’ forse il suffisso più vicino al –san giapponese.

-ya 야 che quasi annulla le distanze e a seconda dei contesti e di chi lo usa può sembrare più o meno sfacciato, o semplicemente “intimo”.

Infine altre parole di uso comune sono:

AJUSSI 아저씨 e AJUMMA 아줌마  zio e zia, o più generalmente persone anziane verso cui ci rivolgiamo con rispetto. Poiché queste due parole sottointendono l’anzianità della persona cui si riferiscono, vengono spesso utilizzate per scherzare su quegli atteggiamenti che sembrano “da vecchio/a”.

Quasi in opposizione a ciò vi è l’atteggiarsi in modo carino, “puccioso”, che suscita reazioni quali “awww che carino/a”: l’EAGYO 애교. Inutile a dirsi l’aegyo è più visto come una caratteristica femminile, per quanto venga spesso richiesto anche ai ragazzi. E tendenzialmente si attribusce ai giovani più che agli adulti.

Forse tutte queste parole sembrano difficili  e il sistema strano, ma basta vedere un’intervista all’interno di un talk show per capire l’uso di questi termini.




Minuto 1:21-1:40 : Uso di hyung, solo e accompagnato ad un nome, e di sombae(nim).

Minuto 4:17-4:30 uso di –ssi e di oppa preceduto da nome

Minuto 5:20-5:41 uso di –ya e di oppa, richiesta di aegyo.

Minuto 6:02-6:10 uso di onnie

Miunto 9:10-9:21 usi di –ssi fra uomini

Quindi, HWAITING! 화이팅!

E per chi si chiedesse cosa è questa strana parola, non è altro che la romanizzazione della coreanizzazione ufficiosa della parola inglese FIGHTING, che i coreani hanno adottato come incitazione e incoraggiamento (l’equivalente del giapponese “gambatte!”)

Note:

Nel video si legge anche la trascrizione ufficiale di fighting 파이팅.

Il video è tratto da un talk show piuttosto popolare, la puntata è intitolata YG family special in quanto ospita una rappresentanza dei gruppi e dei solisti della YG Entertainment, fra cui anche PSY. Risale ad alcuni mesi prima del suo successo mondiale.

Ho scelto di postare “Oppan tak nae style” perché purtroppo mi è rimasta in testa la voce usata da Hyuna e perché ormai la canzone e il video di Gangnam Style sono noti.

Riguardo la trascrizione del coreano, ho cercato di usare quella più comune, anche se imprecisa; ma è altresì normale trovare noona invece di nuna o magnae al posto di maknae etc. etc. Prossimamente cercherò di spiegare come si legge il coreano, ma già dai termini usati in questo post si può intuire qualcosa. Alcuni indizi. Si scrive dividendo per sillabe che iniziano SEMPRE per consonante cui segue almeno una vocale. Esiste un segno che indica consonante zero (vedi oppa…). All’interno delle sillabe si distinguono le lettere singole (diversamente dal giapponese). Scriviamo la i praticamente in modo uguale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: