“X” Files… Yoshiki

Da quando ha preso il via la mia passione per il pop coreano ho purtroppo trascurato l’area giapponese.
Avrei potuto cogliere l’occasione per parlare del signor Ryuichi Sakamoto, ma egli è ben più noto al mondo rispetto a quest’altro musicista Yoshiki Hayashi.

Il signor Hayashi non è stato semplicemente uno dei membri fondatori degli X JAPAN, ma, tramite la Extasy Records, ha promosso lo sviluppo di quel filone musicale (e visuale) noto come visual kei. In più ha aiutato la diffusione del rock e del metal nella scena giapponese.

Extasy Summit, cover collettiva di Anarchy in the U.K. dei Sex Pistols




Nondimeno il suo nome si lega tanto al rock quanto alla musica classica, essendo sia batterista che pianista.
Come pianista e compositore ha scritto Anniversary in collaborazione con sua madre, per celebrare il decimo anniversario del regno dell’Imperatore giapponese Akihito, che ha poi suonato al cospetto dell’Imperatore stesso.

Anniversary piano concert




E come lui stesso ha ricordato spesso negli ultimi tempi, ha composto il tema musicale utilizzato ai Golden Globe 2012.

Non sono riuscita ha scoprire la fonte, ma lessi una definizione di lui che mi divertì molto: “Devil on drums, princess on piano”.
Alcuni lo ritengono un batterista incredibile, fra i migliori, mentre altri puntano il dito contro il suo modo di suonare, a detta loro, poco tecnico.
Iniziò a suonare la batteria verso gli undici anni, poco dopo la morte del padre, mentre il pianoforte lo aveva iniziato a studiare anni prima, grazie alla madre, che lo insegnava.
Dopo aver visto i KISS in concerto al Nippon Budokan sembra che abbia deciso di diventare una rock star, e così anno dopo anno ha costruito il suo sogno, formando infine quel gruppo che avrebbe conquistato la scena rock giapponese al pari dei gruppi stranieri ben più affermati.

Sadistic Desire, live al Tokyo Dome
(furono il primo gruppo giapponese a potersi esibire lì)




Gli X JAPAN non hanno avuto un’attività lunghissima, formatisi come X nel 1981, hanno debuttato davanti al grande pubblico solo nel 1987 e con alti e bassi sono arrivati fino al 1996, anno in cui si sono sciolti. Hanno al loro attivo 4 studio album: Vanishing Vision, Blue Blood, Jealousy e Dahlia – reperibili tra l’altro anche sull’iTunes store italiano, più il singolo ( praticamente un album a sé) Art of Life.

Come solista ha riarrangiato alcune delle canzoni del gruppo in chiave classica e le ha raccolte in un disco, Eternal Melody, registrato a Londra e suonato dalla London Simphony Orchestra. Un secondo volume è uscito alcuni anni dopo, Eternal Melody II, che contiene musiche composte appositamente per l’occasione o per il suo progetto Violet UK, più la versione sinfonica di Without You, canzone oggi degli X JAPAN.
Nell’ambito del progetto musicale VUK, si esibì a Tokyo nello Yoshiki Symhponic Concert (2002), presentando brani tratti da questi due album, fra cui I’ll be your love cantato per l’occasione da Nicole Sherzinger (successivamente membro delle Pussycat Dolls).

I’ll be your love, cantata da Nicole Sherzinger




Ma la collaborazione musicale per eccellenza la ebbe nel 1994 quando compose e suonò con Roger Taylor dei Queen il singolo Foreign Sand.




Nel 2007 dopo aver riappianato rancori e incomprensioni, gli X JAPAN, pur senza il chitarrista Hide, deceduto nel 1998, hanno ripreso le attività come gruppo, facendo uscire un nuovo singolo I.V., canzone tra l’altro contenuta nei titoli di coda del film SAW IV (e il pv della stessa è fra i contenuti speciali del dvd del film).




Dalla reunion ad oggi sono uscite alcune canzoni, e stati registrati alcuni pv, ma nonostante l’annuncio di un nuovo album, ancora non si hanno notizie precise sulla sua uscita.
In compenso il gruppo ha concluso un tour mondiale che ha toccato Asia, Europa ed Americhe.

Yoshiki ha sempre giocato con la propria immagine. L’appellativo Principessa non gli è stato dato solo perché così era chiamato da hide, ma anche per via del suo look, soprattutto ai tempi degli X. E dopo tutto nel pv di Celebration interpretava Cenerentola.

Celebration, video intero
(la canzone inizia al minuto 2:57)




Oggi come oggi si divide principalmente fra due “personaggi”, l’infermiera e Yoshikitty, quest’ultimo nella doppia (o unica?) accezione di Yoshiki e della fusione fra Yoshiki e Hello Kitty, in quanto è lui stesso a definirsi Yoshikitty, ma anche a riferirsi al prodotto Sanrio reale chiamato Yoshikitty.

E sebbene molti dei fan di vecchia data preferirebbero che l’impegno che Yoshiki mette in questi sue attività non strettamente musicali, fosse riversato nella registrazione e pubblicazione dei tanto sospirati album degli X JAPAN, di VUK e perché no, degli S.K.I.N., al momento si sà solo che registra in studio. Cosa e per chi, ancora non è stato rivelato. Ma se forse non sorprenderà, sarà probabilmente un pezzo che piacerà ai suoi fan, nel suo stile tipico. Di certo nei momenti migliori è stato in grado di scrivere musiche e testi che sanno toccare il cuore e nei quali persone in tutto il mondo si rispecchiano e riscoprono.

Longing, dal Last Live, il concerto d’addio degli X JAPAN, 1996.



Altri video

Without You, live dai concerti della Reunion, 2008 (sottotitolata)

X, canzone inno degli X JAPAN, live del 1989

Blue Butterfly, canzone di VUK inclusa nella colonna sonora del film Catacombs, 2007

Annunci

1 Commento (+aggiungi il tuo?)

  1. shamona85
    Apr 29, 2013 @ 16:51:08

    L’ha ribloggato su angerina.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: