Miyavi, dieci anni di attività

Il 31 Ottobre 2002 usciva Gagaku, album del debutto solista di Miyavi. 10 anni di attività…
In 10 anni non solo la sua immagine, ma anche la sua musica, si sono rinnovate di continuo.

Girls be Ambitious da Gagaku (2002)

Miyavi è un artista che ha costellato la sua carriera di scelte coraggiose. La prima è forse quella di non essersi mai “affezionato” a un solo genere musicale.

Coo Quack Cluck Ku Ku Ru da Galyuu (2003)

Poi sicuramente anche il non essersi legato a una sola immagine in termini di look.

Freedom Fighters da Miyavizm (2005)  

GigPig Boogie da MYV POPS (2006)

Selfish Love da Miyaviuta – Dokusou (2006)

Il 2008 in particolare è l’anno in cui matura il concetto di Neo Visualizm, che riporta musicalmente e visivamente nei suoi lavori. Inoltre è la prima volta che si lancia in un tour mondiale.

Hi no Hikari sae Todokanai Kono Basho de da This iz the Japanese Kabuki Rock (2008)



Kavki Danshi da Azn Pride (2008)

A quello che potrebbe sembrare l’apice del successo, però, ecco l’incredibile annuncio della sua uscita dalla PS Company (2002 – 2009). Intanto viene anche rivelato il suo matrimonio con la modella – cantante – presentatrice Melody, da cui aspetta anche una figlia, Lovely. Nonostate il breve periodo di trambusto nella sua “famiglia virtuale”, i co-miyavi (così sono chiamati i suoi fan), si rilancia nelle sue attività, fondando la J-Glam inc. (2009 – presente), di cui tutt’oggi è presidente.

La scelta di sposarsi è stata molto importante nella sua carriera.

Il Miyavi “bambino” dispettoso, sfondo ricorrente dei suoi mille volti è cambiato quasi da un giorno all’altro, e si è mutato in un futuro padre di famiglia nonché neo direttore della propria casa di produzione. Inevitabilmente ciò ha avuto ripercussioni sulla sua musica e il suo stile.

Dopo l’esplosione di colori e suoni avuta con la fase di Neo Visualizm, Miyavi asciuga il proprio stile, rendendolo più sobrio ed elegante. Restano i suoi numerosi tatuaggi, ma i piercings praticamente spariscono, come anche le extensions e le tinte di capelli. Dalla sperimentazione di strumenti e sonorità, passa alla semplicità di una chitarra e la voce, al più accompagnato dalla batteria, una chiave con cui rivisita, ancora una volta, tutto il suo repertorio.

Shelter Live dallo streaming From Tokyo to the World (2011)

Strong da Samurai Sessions vol. I (2012)

Miyavi ancora oggi continua ad avere come principale caratteristica quella di cambiare.
Sa cambiare modo di presentarsi e comportarsi nelle diverse situazioni lavorative in cui si trova, e l’unica vera costante rimasta fin dal suo debutto è la passione per la chitarra.
Sicuramente è un chitarrista molto valido, ma spesso è anche misconosciuto, perché al “grande” pubblico mostra soprattutto la sua immagine mischevious e provocante, che può ingannare sull’effetiva qualità dei suoi lavori. Il 14 Novembre uscirà Samurai Sessions Vol.1, un album che conterrà le sue collaborazioni con vari artisti già singolarmente pubblicate.

Oggi Miyavi è un artista indipendente, un chitarrista, un musicista riconosciuto in patria e all’estero. Ma è anche un esempio di come si possa conciliare la scelta di una famiglia con la propria carriera. Ha due figlie (Lovely 2009, Jewely 2010) e una moglie che, come lui, prosegue la sua carriera.
10 anni quindi dal suo debutto solista, tanti cambiamenti che possono piacere o meno, ma tutti ancorati a quella passione che lo ha caratterizzato sin dall’inizio. E credo che questo sia oggettivo.
Omedetou.

Links:
Sito Ufficiale
Twitter

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: